Chaberton Partners SA | Ferie Natale 2018: cosa sapere su riposi, permessi e malattia
24490
post-template-default,single,single-post,postid-24490,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.5,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
 

Ferie Natale 2018: cosa sapere su riposi, permessi e malattia

Ferie Natale 2018: così durano più a lungo. Si possono prendere giorni aggiuntivi di ferie o permessi? Quali sono le regole per malattia sotto Natale e visite fiscali?

Quanto durano le ferie di Natale 2018 e quali strategie lecite esistono per farle durare più a lungo senza rischiare sanzioni disciplinari? Quest’anno Natale e 1 gennaio capitano di martedì quindi anche chi non fa chiusura aziendale per tutto il periodo delle feste natalizie potrebbe, con un solo giorno di ferie il lunedì 24 o 31 dicembre, concedersi un ponte lungo.

Ferie Natale 2018: così durano di più

Chi è a casa a fine dicembre per chiusura aziendale natalizia ma ha bisogno di più giorni, può chiedere ferie aggiuntive. Può sembrare una soluzione banale ma è anche la strada più agevole per godere di qualche giorno di ferie in più. Muoversi in anticipo organizzando un piano ferie è consigliabile perché non sarete probabilmente gli unici a voler andare in ferie sotto Natale e, ricordiamo, se sussistono esigenze produttive e organizzative il datore può negare le ferie.
Discorso analogo per i permessi (ROL) riconosciuti in base al contratto collettivo applicato. Questi ultimi maturano mensilmente quindi chi ha esaurito i giorni di ferie residue potrebbe chiedere un permesso per allungare le vacanze di Natale.

Oltre ai permessi “generici” appena visti, la normativa prevede alcune tipologie di permesso per motivi specifici: ad esempio i permessi legge 104 per l’assistenza di un familiare disabile. In questo caso va giustificato il motivo di assenza, che deve essere coerente alla natura del permesso.

Malattia durante le feste di Natale: regole e visite fiscali

Si può prendere la malattia durante le feste di Natale? Se il lavoratore era in ferie, queste ultime vanno sospese e non s conteggiano i giorni di malattia come ferie. Ma attenzione perché, ovviamente, si è soggetti a visita fiscale. È inoltre opportuno ricordare che se la malattia si verifica a cavallo di ponti o è contigua a giornate festive e rosse in calendario, la visita fiscale può essere inviata fin dal primo giorno, e può passare anche più volte anche nell’arco della stessa giornata.
Può anche capitare che ci si ammali proprio alla fine del periodo di ferie e che quindi ci sia l’esigenza di rimandare il rientro a lavoro.

Source: https://www.investireoggi.it

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.